Dopo mesi di pianura, finalmente la montagna

May 12, 2014

E’ ormai da qualche settimana che ho ricominciato a correre in montagna, mentre avevo dedicato i primi mesi della preparazione alla corsa in piano o collinare. Da Udine, dove vivo da un paio d’anni, non è difficile trovare bei percorsi collinari, non necessariamente asfaltati, che permettono di mantenersi in forma muscolarmente.

Tuttavia ho sfruttato i primi mesi dell’anno anche per fare lavori di “qualità”, ovvero allenamenti dedicati dapprima al miglioramento del massimo consumo di ossigeno (V’O2max) e poi al miglioramento della soglia anaerobica (in realtà tenendo come riferimento la velocità sui 10 km o sulla mezza maratona). photo

I primi test della stagione hanno dati segnali incoraggianti. Infatti dopo l’ottimo (per quel che mi riguarda) secondo posto al Duerocche Trail, ho corso la mezza maratona di Trieste, facendo da lepre a Deborah Toniolo. Il passo iniziale era molto buono, con parziali che facevano presagire a un tempo finale intorno a 1h15′; ma purtroppo negli ultimi 5 km Deborah ha avuto notevoli problemi fisici che la hanno costretta a rallentare e, a tratti, perfino a camminare. Alla fine ho chiuso con lei in circa 1h20′; ma al di là del tempo, sono state le sensazioni a darmi notevole soddisfazione.

Negli ultimi allenamenti inoltre ho visto che i ritmi che riesco a tenere in salita sono forse i migliori di sempre, quindi sono ottimista per il primo vero obiettivo di stagione: il Trail dei 3 Castelli

Unica preoccupazione deriva da un dolore alla caviglia destra che mi fa patire da circa 15 giorni. Non è tanto il male che ho ora, ma più la paura che nelle prossime settimane possa peggiorare. Purtroppo la mia fisioterapista di fiducia, che mi ha letteralmente rimesso in piedi un anno fa, da un po’ di tempo non mi può trattare e quindi sto cercando di fare il massimo per prevenire peggioramenti…speriamo bene.

PS: metto questa foto solo perché un mio amico me l’ha mandata scrivendomi “Sembrate un gruppo Rock..e tu sei il cantante”